Cinema 4D Funzionalità Aggiuntive Advanced Render PyroCluster Lavorare con PyroCluster
Funzione disponibile in CINEMA 4D Visualize, Studio

Comune

Gradienti colore o gradienti scala di grigi? Sicuramente lavorando con PyroCluster avete raggiunto (o raggiungerete) il punto in cui penserete di aver perso completamente il controllo di cosa sta succedendo. Niente paura!

All’inizio é facile avere l’impressione che PyroCluster sia ingestibile. Ciò che segue vi aiuterà a capire come gestire PyroCluster.

E’ difficile immaginare come i gradienti influiscono sui risultati di PyroCluster. E’ davvero così complicato?

No, nient’affatto! Basta solo acquisire un pò di esperienza con PyroCluster. Dato che tantissime impostazioni possono essere raggruppate in altrettante combinazioni, le possibilità che PyroCluster offre sono quasi infinite. Aiuta a capire come gli effetti dovrebbero apparire e a limitare l’effetto dei componenti del colore e tempo.

Prendiamo l’ effetto Lanciafiamme; cosa si può fare per rendere un effetto relaistico? Vicino all’erogatore del lanciafiamme la fiamma è calda, trasparente bianca e blu, mentre la fiamma si allontana dall’erogatore diventa più scura e più opaca.

Ogni particella del lanciafiamme vola via dall’emettitore (erogatore), ha un’ età: nasce in un certo tempo tempo, e morirà ad un determinato tempo. Quindi usiamo la pagina dell’ età per definire i colori della fiamma nel tempo. Questo effetto del lanciafiamme può essere definito usando i gradienti. Sceleziona l’effetto bianco-blu alla sinistra del gradiente raggio età e il giallo-rosso alla destra del gradiente. Questo assicurerà ogni particella volumetrica cambierà colore adeguatamente prima di morire. La parte a sinistra rappresenta la nascita delle particella e la destra la morte delle particelle. La trasparenza all’ inizio della sua vita è creata usando un canale alpha che è localizzata all’interno della vita delle particelle. E questo è tutto quello che ti serve sapere per creare questo effetto.

L’effetto PyroCluster è basato sul sistema particellare di Cinema 4D Prime Thinking Particles. Un sistema particellare apporta con i suoi propri settaggi, il tempo di vita,dimensione, rotazione, etc. PyroCuster usa queste settaggi. Un solo settaggio può essere ignorato in associazione con PyroCuster ed è la dimensione. PyroCuster usa informazioni sulla posizione delle particelle ma non informazione sulle dimensioni, le dimensioni delle particelle volumetriche sono definite in PyroCuster stesso. La misura della nuvola può essere modificata sulla pagina Forma. I raggi possono essere scalati nel corso del tempo della vita usando il gradiente età raggi. Al contrario, tu puoi evitare di aggingere oggetti all’emittitore particellare.

Controllare le dimensioni di una particella è facile. Cosa possiamo dire del colore delle particelle?

Non lasciare che i gradiente in PyroCluster ti confondano. Un gradiente (sulla pagina globale) controlla i colori delle particelle. Gli altri gradienti (nella pagina età) controllano i colori delle particelle cambiando la vita delle particelle. Questo vuol dire che il colore può essere preso in dato tempo con il tempo di vita e mixato con il colore globale. La prossima è una lista di come i colori finali sono calcolati in base ai gradienti:

1. La particella è generata. Il colore è definito dalla sua età.

2. Il gradiente globale della pagina globale definisce il colore della particella da dentro a fuori.

3. Il colore sulla pagina età è aggiunto al colore globale. Il tempo di vita del colore gradiente rappresenta la colorazione dell’intero tempo di vita.

4. Il mixaggio del colorl globale e il colore età sono controllati dal gradiente mixa colore.

Guarda l’esempio sotto per capire come isono mixati.

Un esempio del colore gradiente nella Pagina Età:

Suggerimento: Abitualmente, la vita delle particelle varia per ogni particella (settabile usando i parametri di tempo di vita nell’emettitore) e potrai conoscerne l’esatto numero in un gradiente- questi cambiano per ogni particella.

Nell’ esempio sopra le nuove particelle nate al frame 0 sono colorate di giallo, tra il frames 0 e il frames 50 gradualmente arrivano al rosso; finalmente, al frame 100, le particelle muoiono con un colre blu. Questo esempio assume un cambiamento Colore Età senza l’uso colore globale mixato. Il colore gradiente lo setti nella pagina Globali dello shader PyroCluster agisce come un colore base che può essere mixato con il colore Età.

Il mixaggio tra il Colore Globali e il colore calcolato come l’età particelle di età è controllata dal Gradiente Mixa Colore nelle pagina Età. Un piano bianco nel gradiente Mixa Colore non mixerà il colore globale ad una particolare posizione del gradiente (ad una certa età della nuvola o particelle).

Qui nell’ esempio viene usato la caratteristica mixa colore. Prima, assicurati di aver definitoun gradiente per il colore sulla pagina Globali (com’è mostrato nella figura sucessiva). Quindi ogni nuvola e’ composta da un centro giallo e contornata ai lati da rosso a blu.

Il gradiente controlla il colore base delle particelle.

Il gradiente controlla il colore base delle particelle.

Hai creato un gradiente per Colore nella pagina Età, guarda il il secondo gradiente nell’immagine sotto: Le particelle sono rosse alla nascita e verdi alla morte.

I seguenti risultati possono essere renderizzati per il gradiente mixa colore, bianco all’inizio, grigio a metà, e alla fine nero. Il rosso e mixato alla nascita,coinvolgendo tutte le particelle rosse. Così come l’ età delle particelle, gialla scuro e mixato. permette al all’interno giallo di essere visto. I colori scuri predominano come le particelle morte. La particella può diventare più trasparente quand’e morta a causa dei settaggi Alpha nella pagina Età .

Mixa colore bianco
Mixa colore grigio
Mixa colore nero

Il colore gradiente sulla pagina Globali,setti per dare ad ogni particella un interno giallo, diffondendo al rossoe poi al blu ai lati; il gradiente ha tre nodi (giallo, rosso e bluda sinistra a destra). Nessun effetto di età è ancora stato aggiunto.