Documentazione del Programma Cinema 4D/BodyPaint 3D Riferimento Cinema 4D Funzionalità Aggiuntive
Funzione disponibile in CINEMA 4D Studio

Thinking Particles

Settaggi
Nodi
Geometria Particellare

Thinking Particles è un sistema di particelle basato su regole che offre una sorprendente potenza e flessibilità, ma non c’è dubbio che avrete bisogno di un pò di tempo per comprendere come utilizzare questo pacchetto. Per ogni lavoro particolare ci saranno molti diversi approcci e diverse soluzioni.

Thinking Particles è fondato su nodi e usa l’Editor XPresso di Cinema 4D per la creazione e la modifica di vari nodi; quindi accertatevi di aver compreso come usare XPresso prima di procedere. L’altro concetto da acquisire è che, una volta che un sistema di particelle è nato da un emittitore, l’emettitore non ha più controllo su di esso. Ecco perché è così importante raggruppare insieme le particelle in modo che possiate applicare le regole successive e le operazioni al gruppo.

Prima generate alcune particelle attraverso i nodi PTempesta o PNascita. PTempesta ha molti parametri integrati il che significa che potete attribuire alle particelle velocità, dimensione, ecc, direttamente; una volta che avete creato un nodo PTempesta vedrete le particelle nella vista. PNascita è più semplice e avrete bisogno di applicare altre regole alle sue particelle prima di usarle; potete fare ciò, diciamo, con il nodo PDefinisci Dati.

A meno che abbiate creato un nuovo gruppo per le vostre particelle (vedere Gruppi di Particelle) queste saranno posizionate in tutto il gruppo (non è un gruppo vero e proprio ma la radice dell’albero particella).

Ora potete aggiungere altre regole (nodi) nel vostro sistema di particelle che andranno ad influire sulle particelle; le regole sono organizzate sotto titoli come TP Condizione (applica condizioni come l’età), TP Standard (per la forma, la dimensione, la massa delle particelle, ecc.), TP Dinamico (effetti come la gravità e il vento) e altri. Ogni nodo andrà ad influire sul flusso di particella collegato alla sua porta input - potete vedere quanto sia importante raggruppare le particelle.

Quindi diciamo che è facile dare una forma alle vostre particelle associandole agli oggetti di Cinema 4D usando il nodo PForma, o influenzarle con la gravità (date loro peso e usate il nodo PGravità) o farle scontrare una con l’altra (usate il nodo PRespinge e Rimbalza). Collegate i nodi con dei fili tra le loro porte, come spiegato nella sezione di XPresso del manuale di riferimento di Cinema 4D.

Infine, ricordatevi di progettare e di provare tutto in anticipo prima di impegnarvi in una creazione vasta e complessa. Inoltre, ricordatevi che aggiungere una forma alle vostre particelle andrà a rallentare la velocità della visualizzazione nella vista, quindi è meglio sperimentare prima di aggiungere forma alle vostre particelle.

Fissa Particelle / Thinking Particles

In primo luogo: Thinking Particles stesso non può essere fissato (perché fissare?)

Esiste, tuttavia, un’azione alternativa ufficiosa per coloro che sono in possesso di MoGraph. Esso deve essere utilizzato con attenzione e in modo selettivo, dal momento che non lavora con tutte le costellazioni e lavora solo se Thinking Particles è stato creato con un oggetto Matrix (con l’opzioneGenera impostata a Thinking Particles):

La modalità dell’oggetto Matrix è irrilevante

Se in un secondo momento assegnate un Tag Cache MoGraph all’oggetto Matrix e lo fissate, Thinking Particles sarà fissato al meglio. Potreste dover utilizzare questo metodo (primo indizio) per assicuravi che la geometria sia renderizzata al meglio.

Limitazioni di Thinking Particles

Thinking Particles ha un problema con il motion blur (per il motion blur integrato nonchè il motion blur del Rendering Fisico). Pertanto, Thinking Particles non deve essere usato con questi effetti, se possibile.