Documentazione del Programma Cinema 4D/BodyPaint 3D Riferimento Cinema 4D Funzionalità Aggiuntive Thinking Particles
Funzione disponibile in CINEMA 4D Studio

Settaggi

Per scatenare la forza di Thinking Particles, avrete bisogno di usare spesso i gruppi di particelle. Questo è il luogo dove crearli. Inoltre, potete definire impoistazioni locali e globali per i gruppi, compreso come le particelle di un gruppo devono essere rappresentate nella vista.

Per sfruttare al massimo il potere di Thinking Particles dovreste sempre cercare di lavorare con un gruppo di particelle. Gruppi di particelle vi permettono di ottenere un controllo straordinario sugli effetti particella.

Ad esempio, supponiamo che abbiate creato un banco di pesci da un singolo emettitore e che questi pesci nuotino insieme. Ad un tratto arrivano dei predatori sulla scena e volete separare il branco in banchi più piccoli che dopo sfrecciano via in direzioni opposte. I gruppi di particelle vi offrono un modo facile per poterlo fare.

Assegnate metà dei pesci ad un gruppo di particelle, l’altra metà ad un altro gruppo, poi mandate i gruppi in direzioni opposte. Questo è solo un semplice esempio degli innumerevoli usi dei gruppi di particelle. Ogni volta che volete trattare alcune particelle diversamente dalle altre, probabilmente avrete bisogno di usare i gruppi di particelle. In Settaggi Sistema Particellare è dove create questi gruppi.

In Settaggi Sistema Particellare, potete anche controllare le informazioni come il numero totale di particelle in un gruppo particolare nel fotogramma corrente, o cambiare il modo in cui sono visualizzate le particelle nella vista e così via.

Per accedere a Settaggi Sistema Particellare:

- Dal menu principale, scegliete Simula / Thinking Particles / Settaggi Thinking Particles.

Scegliete come devono essere rappresentate le particelle nella vista e se gli oggetti usati come particelle vengono mostrati. Nella Tab Generale troverete anche informazioni come il numero totale di particelle e il numero di particelle in ogni gruppo nel fotogramma corrente.

Totale

Il numero di particelle che esiste nel fotogramma corrente, un conto totale di tutte le particelle in tutti i gruppi.

Albero

Il numero di particelle nel ramo correntemente selezionato dell’albero particella. Un ramo è un livello gerarchico all’interno del sistema del gruppo di Thinking Particles. Vedi anche Gruppi Particelle sotto.

Gruppo

Mostra il numero di particelle che correntemente appartengono al gruppo selezionato. Vedi anche Gruppi Particelle sotto.

Massimo Particelle

Definisce il numero massimo di particelle che può essere creato. Questo parametro vi aiuta a prevenire situazioni in cui create accidentalmene un numero di particelle a cui il vostro sistema non può far fronte.

Tipo Vista

Questo parametro è un’impostazione globale che controlla come sono rappresentate le particelle nella vista. Le particelle possono essere mostrate come schegge, punti, tocchi, gocce, box o possono essere nascoste.

L’impostazione Tipo Vista non ha effetto su come le particelle appariranno una volta renderizzate. È puramente un supporto visuale per aiutarvi a riconoscere le particelle nella vista.

Comunque, ogni gruppo di particelle ha le proprie impostazioni e può usare un diverso tipo di visualizzazione per annullare questo valore globale. Per maggiori informazioni su queste impostazioni, vedi Gruppi Particelle sotto.

Mostra Oggetti

Attivate questa opzione se avete usato un oggetto per le particelle e volete che gli oggetti particella vengano mostrati nella vista. Ricordatevi che centinaia di oggetti complessi possono rallentare la velocità di aggiornamento della vista. Notate che questo valore è globale e può essere annullato usando le impostazioni di ogni gruppo di particelle. Per maggiori informazioni su queste impostazioni, vedi Gruppi Particelle sotto.

Forza questo Settaggio

Ogni gruppo di particelle ha il proprio display di impostazioni che in genere annulla le impostazioni globali di VTipo Vista e Mostra Oggetti, descritte sopra. Tuttavia, a volte può essere utile forzare tutti i gruppi di particelle ad usare le impostazioni globali.

Per esempio, supponete che la vostra scena abbia 20 gruppi di particelle, ognuno con la sua impostazione Mostra Oggetti attivata (voi accedete a queste opzioni locali scegliendo Parametri dal menu contestuale del gruppo di particelle, che sarà descritto più tardi in questo capitolo). Per velocizzare la frequenza di aggiornamento della vista, decidete che non volete più che gli oggetti particella vengano mostrati. Anche se potreste disattivare l’opzione Mostra Oggetti per ognuno dei gruppi di particelle, è molto più veloce disattivare l’impostazione globale Mostra Oggetti e attivare Forza questo Settaggio. Allora, tutti i gruppi saranno obbligati ad usare il valore globale.

Usare geometrie di particella separate

Certi gruppi di particelle possono anche essere assegnati a degli oggetti geometria. Questo è necessario se, per esempio, soltanto un gruppo specifico dovrà essere interessato da PyroCluster. Così, devono essere creati due (o più) oggetti geometria particella e devono essere assegnati a questi gruppi differenti. All’oggetto geometria, le cui particelle dovranno essere visualizzate usando PyroCluster, verrà poi assegnato il materiale PyroCluster.

Canali

Qui potete creare canali di dati, che vi permettono di passare i vostri dati nelle espressioni di Thinking Particles.

Potete trasformare i vostri propri dati in un effetto Thinking Particles attraverso i canali di dati. Questi funzionano nello stesso modo delle porte dei dati degli utilizzatori nelle espressioni di XPresso.

Potete aggiungere canali di dati come porte ai nodi POttieni Dati e ai nodi PDefinisci dati.

I tipi di dati disponibili sono gli stessi di quelli per XPresso- per favore consultate il vostro Manuale di Riferimento di Cinema 4D per una descrizione di questi tipi di dati. Per rimuovere un canale dalla lista, selezionate il canale e cliccate Rimuovi.

Notate che potete ancora usare le porte dei dati degli utilizzatori di XPresso per passare i vostri propri valori all’espressione.