Documentazione del Programma Cinema 4D/BodyPaint 3D Riferimento Cinema 4D Cinema 4D Prime Oggetti
Funzione disponibile in CINEMA 4D Prime, Visualize, Broadcast, Studio & BodyPaint 3D

Oggetto Camera

Base Coord. Oggetto Fisico Dettagli Stereoscopico Composizione Sferica

Oggetto Camera

Generale

Le camere sono uno degli elementi essenziali nelle applicazioni 3D. Le camere definiscono come la scena nella Viewport 2D deve essere visualizzata nello spazio. Se osservate i 4 Pannelli-vista in Cinema 4D vedrete che ognuno di essi ha la propria camera (la camera di default), i cui settaggi saranno mantenuti se la Camera è attiva nel menu Modo della Gestione Attributi. Queste camere non saranno mostrate come singoli oggetti nella Gestione Oggetti.

Oltre alla camera di default potete creare tutte le camere che volete con cui osservare o renderizzare la scena da qualsiasi angolazione.

Quando si crea una camera, si seguiranno tutti i parametri della camera correntemente attiva nella Viewport, la camera sarà quindi clonata.

Le camere hanno il loro sistema di coordinate, come gli oggetti. La direzione della vista si definisce tramite l’asse Z.

Nella Viewport, le camere sono visualizzate come un cubo verde con due pellicole, una lente ed un cono interattivo.

Le altre funzioni della camera interattiva sono descritte brevemente qui sotto.

Potete trovare una descrizione per come passare tra camere di scena multiple qui. Con l’Oggetto Stage potete controllare tutte le camere (così come le sorgenti di luce, gli oggetti Ambiente, ecc..) Per fare ciò, potete usare anche il Tag Camera Morph, che offre più opzioni.

Come collegare una camera ad una vista

Dopo aver creato una camera, la scena sarà visualizzata dal punto di vista di questa camera. Si possono effettuare i seguenti passaggi per collegare una camera ad una vista specifica:

Potete creare tutte le camere che volete, con le corrispondenti Viewport (menu principale: Finestra / Nuovo Pannello Vista).

E’ anche possibile utilizzare qualsiasi oggetto come una camera (punto di vista: asse Z). Camere | Imposta Oggetto Come Camera. Ciò, ad esempio, rende possibile posizionare precisamente le sorgenti di luci Spot senza dover renderizzare la scena.

Controllare la camera interattivamente

Quando si seleziona una camera, saranno messe a disposizione diverse maniglie:

A sinistra la Distanza Focale (piano focale) è segnata; a destra sono segnate le posizioni del campo di profondità (quando sono selezionate e quando non si utilizza una Camera Fisica).

Una linea parte dall’origine della camera e termina poi con una maniglia. Questo è il punto in cui si trova la Distanza Focale della Camera Fisica (tutti gli oggetti che sono posizionati su questo piano saranno a fuoco nel rendering). Questo punto può essere trascinato in direzione Z. Se contemporaneamente premete il tasto SHIFT, la camera ruoterà attorno alla sua origine.

Sul piano focale sono posizionate quattro maniglie. Con queste maniglie, si può modificare la Lunghezza Focale (ed il corrispondente campo visivo).

Se volete renderizzare una profondità di campo (DOF Map Front Blur o DOF Map Rear Blur devono essere attive nella tab Dettagli), entrambi i punti segnati nell’immagine sopra saranno visualizzati, ed essi possono essere modificati interattivamente.

Camera con Target

Una camera Target non è niente più che una normale camera. Con una camera Target, però, si genera automaticamente un Tag Target. Inoltre, si genererà un oggetto – un Oggetto Nullo a cui la camera si rivolge. Queste impostazioni sono interattive, ad esempio se la camera viene mossa nella Viewport rimarrà comunque rivolta all’oggetto Target e vice versa – se l’oggetto Target viene mosso, la camera lo seguirà.

Camera Stereoscopica

Una camera Stereo è una normale camera, come descritto sopra, con Modo impostato a Simmetrico.

Animare i movimenti della camera

In questa sezione, troverete dei consigli su come animare i movimenti della camera in Cinema 4D.

Innanzitutto, come regola generale, evitate di usare un solo percorso camera per l’intero filmato. Un unico tracciato camera tende ad annoiare lo spettatore!

Cinema 4D fornisce diversi metodi per animare le camere. In ogni caso, è necessario prima collegare la camera alla finestra di editor; nella vista prospettica, scegliete il nome della camera da Camere / Usa Camera.


  1. Il modo più semplice è registrare la posizione e la rotazione della camera in momenti diversi dell’animazione. Questo si ottiene spostando e ruotando la camera e registrando le chiavi di inizio e fine. Una volta che le chiavi sono state registrate, potete ottimizzare i movimenti della camera usando le F-Curve per le sequenze. A volte, questo metodo può apparire noioso in quanto dovete modificare sequenze multiple (per i componenti X, Y e Z).

  2. Un metodo più elaborato prevede l’utilizzo di una spline, che diventa il percorso sul quale si sposta la camera. Per far sì che la camera segua la spline, assegnatele un tag Allinea alla Spline, quindi trascinate la spline nel box Spline Percorso del tag. Quindi, animate il parametro Posizione del tag. Una variante flessibile di questo metodo comprende l’utilizzo di due spline e di una camera target che punta un oggetto nullo. Una spline è usata per il percorso camera, mentre l’altra diventa il percorso sul quale si muove l’oggetto nullo (stavolta, servono due tag Allinea alla Spline, uno per la camera e uno per l’oggetto nullo). Naturalmente, l’oggetto nullo deve stare fermo quando la camera fissa una stessa posizione per un certo periodo di tempo.

    Camera animata e target.

    Queste due spline forniscono un controllo preciso sulla posizione e sull’orientamento della camera. Potete ottimizzare l’animazione usando le F-Curve dei due parametri di Posizione (tag Allinea alla Spline).

  3. Utilizzando il Tag Motion Camera ed il Tag Camera Morph, trovate dei parametri semplificati per il controllo delle camere (comportamento della camera più dinamico e realistico; fusioni fra più camere).

Come lavora una camera reale?

Le parti più importanti di una camera. Le corrispondenti funzioni in Cinema 4D sono elencate in corsivo (sotto la Camera Fisica, la quale viene utilizzata per effettuare un Rendering Fisico).

In parole semplici, una camera lavora in questo modo: la luce entra nella camera attraverso una lente. Il lavoro principale della lente è quello di focalizzare la luce nella pellicola/nel sensore. Nella maggior parte dei casi, una delle lenti può essere regolata orizzontalmente per regolare la lunghezza focale (zoom).

Un diaframma viene integrato nella lente. Questa apertura controlla la quantità di luce (non ha effetto sul campo di vista) e controlla la profondità di campo così come l’effetto bokeh (solo con una Camera Fisica). Ques’apertura è sempre aperta al contrario del prossimo componente, l’otturatore.

In fotografia, l’otturatore si apre per un breve e definito lasso di tempo. Questo tempo controlla l’ammontare del motion blur (ma solo per la Camera Fisica) ma anche la quantità di luce a cui è consentito di passare.

Infine, la luce passa attraverso l’otturatore aperto per imprimersi sulla pellicola o sul sensore CMOS (nelle camere digitali), dove si creerà l’immagine dell’oggetto.

Questi settaggi camera sono riprodotti in Cinema 4D in modo da creare immagini 2D composte da pixel per creare poi contenuti di scene tridimensionali.

La Camera Fisica in Cinema 4D

Se Fisico (solo in Cinema 4D Visualize, Broadcast, Studio) è attivo nel menu Rendering dei settaggi di rendering, saranno messi a disposizione numerosi parametri (menu Fisico), i quali servivano per renderizzare effetti reali. Tra questi effetti ci sono:

Con la Camera Fisica potete renderizzare immagini molto più realistiche (per ciò che riguarda foto/video "reali") rispetto alla tradizionale camera Cinema 4D (che rappresenta per lo più una camera oscura). In Cinema 4D è stata ricreata una completa camera fisica autentica, inclusi tutti i suoi parametri tipici, come la lunghezza focale, la velocità del diaframma, f-stop, l’ISO, ecc. Anche la profondità di campo ed il motion blur si possono controllare utilizzando questi parametri. Ciò rende più semplice l’integrazione di immagini renderizzate in materiali come filmati o fotografie. Se i valori sono gli stessi, la prospettiva, il campo di profondità, ecc. corrisponderanno.

Gli elementi inclusi nella Camera Fisica, in un certo senso, hanno fatto un passo indietro rispetto a quelli delle precedenti camere di Cinema 4D, le quali, ad esempio, non avevano lenti per la distorsione dei filtri o effetti vignetta, ecc. Ma l’occhio umano è così abituato a vedere questi piccoli errori nelle foto e nei filmati che la loro assenza crea un effetto troppo finto e dà l’impressioni nell’immaginario di immagini create al computer, considerate troppo "pulite" o artificiali.

In breve, la Camera Fisica è un passo avanti verso una rappresentazione più realistica nel vero senso della parola. L’utilizzo di questa camera è meno adatto se si fanno rendering di illustrazioni tecnici o simili.

Se tra voi c’è qualcuno esperto in fotografia, si sentirà subito a casa. Tutti gli altri devono sapere che il funzionamento di una macchina fotografica vera e propria è piuttosto complicato, e che sono richieste una vasta conoscenza ed esperienza per ottenere il massimo. In Cinema 4D, ad esempio, si può disattivare completamente la profondità di campo per fare in modo che l’intera scena sia messa a fuoco. Questa caratteristica può risultare decisamente utile.

La Camera Fisica, che lavora solo con il Renderizzatore Fisico (il quale ha un certo numero di svantaggi) deve essere utilizzata se volete renderizzare gli effetti sopra descritti. Per assicurarvi che il risultato sia realistico, è necessario scalare la scena utilizzando unità (vedere Scala Progetto) per effettuare le relative misure: ad esempio un elemento che nella realtà è lungo 1.86m deve avere la stessa lunghezza anche in Cinema 4D.